ArjoHuntleigh Mobility Gallery

La Galleria della Mobilità è uno strumento di classificazione suddiviso in cinque livelli di funzionalità motoria, in ordine alfabetico da A a E.

La Galleria della Mobilità™ è uno strumento di valutazione e comunicazione che si basa su diversi livelli di mobilità funzionale: dai degenti/pazienti completamente mobili e indipendenti a quelli completamente allettati, denominati in ordine alfabetico da Albert a Emma.

La Galleria della Mobilità permette lo sviluppo di un elevato standard di assistenza, discernendo ma anche controllando i requisiti e le condizioni preliminari per tale assistenza e per la salvaguardia del benessere degli assistenti. Le scelte relative all'assistenza si basano principalmente sulle valutazioni dei degenti/pazienti e dobbiamo riconoscere il fatto che non esiste un degente/paziente "tipico". Se vogliamo pianificare le cure dei nostri degenti/pazienti, queste scelte devono essere consapevoli e ben equilibrate. In altre parole, oltre a un'assistenza fatta su misura per il singolo, è necessario che ci sia una qualche sorta di sistema di standardizzazione e classificazione.


Alla base della Galleria della Mobilità ci sono cinque livelli di mobilità. Stimolare la mobilità e, in definitiva, rispettare le passività sono aspetti estremamente importanti in una prospettiva di assistenza di qualità.

Informazioni di background sulla Galleria della Mobilità
Il personale sanitario riconosce che una valutazione funzionale esauriente dei degenti/pazienti è fondamentale per poter massimizzare le loro funzionalità fisico/cognitive e la loro qualità di vita (Hawes et al., 1997) ed esistono studi che portano prove empiriche a supporto di questo punto di vista.

L'introduzione del sistema di valutazione RAI (Resident Assessment Instrument) ha migliorato significativamente gli esiti dei degenti/pazienti in quattro aree fondamentali: funzione ADL, funzione cognitiva, continenza urinaria e partecipazione sociale (Phillips et al,1996).

Si è inoltre verificato un aumento nella valutazione delle potenzialità per il miglioramento delle funzionalità dei degenti. Lo sviluppo della Galleria della Mobilità di ArjoHuntleigh è basato parzialmente sul sistema RAI (Knibbe et al, 1998), in seguito convalidato e incluso in ISO/TR 12296:2012.