Il tromboembolismo venoso (TEV), caratterizzato dalla compresenza di trombosi venosa profonda (TVP) ed embolia polmonare (EP), è una delle cause di morte e morbilità più importanti e potenzialmente prevedibili, specie nei pazienti ricoverati (1).

Si stima che ogni anno:

  • un milione di europei venga colpito da TEV e un terzo di essi non sopravviva (1);
  • il TEV in Europa mieta un numero di vittime doppio rispetto a cancro al seno, cancro alla prostata, HIV (AIDS) e incidenti stradali messi insieme (1);
  • dopo l'infarto coronarico e l'ictus, il TEV sia la causa più comune di disabilità e morte cardiovascolare (2).

Costi

  • Negli Stati Uniti si spendono ogni anno fino a 39,9 MILIARDI di dollari per curare forme prevenibili di TEV contratte in ospedale (3).
  • Si spendono ogni anno fino a 19,1 MILIARDI di dollari per curare gli effetti a lungo termine del TEV nosocomiale (3).

Prevenzione della TVP

  • Sebbene il 50% dei degenti sia a rischio di TEV, solo la metà usufruisce di un'adeguata protezione, malgrado l'ampia disponibilità di efficaci misure preventive (4).

    La terapia a compressione pneumatica intermittente (CPI) con Flowtron® può ridurre l'incidenza e la gravità del TEV in modo significativo e sicuro.

     
Bibliografia:

1 Cohen AT, Agnelli A, Anderson FA et al. Venous thromboembolism (VTE) in Europe: The number of VTE events and associated morbidity and mortality. Thromb Haemost. 2007; 98: 756–764.
2 Lowe G. Epidemiology of venous thromboembolism:the need for large(including prospective) studies and meta-analyses.J Thromb Haemost.2012;10:2186-2188
3 Mahan CE, Borrego ME, Woershing AL et al. Venous thromboembolism: Annualised United States model for total, hospital acquired and preventable costs utilising long-term attack rates. Thromb Haemost. 2012; 108(2): 291-302.

4 Cohen H, Tapson V, Bergmann J et al 2008; Venous thromboembolism risk and prophylaxis in the acute care setting(ENDORSE study): a multi national cross-sectional study.The Lancet:371:387-394