La terapia a compressione pneumatica intermittente (CPI) offre un contributo importante e perciò è largamente usata nel trattamento delle patologie linfatiche.

Gli attuali protocolli di trattamento includono il sollevamento dell'arto, la compressione con calze elastiche, il massaggio e l'uso della compressione pneumatica intermittente (CPI) come parte della terapia decongestionante.

Essendo un marchio riconosciuto a livello internazionale, Flowtron® è una garanzia di qualità, affidabilità ed eccellenza nel servizio.

Il sistema per compressione pneumatica intermittente (CPI) Flowtron Hydroven 3 fornisce una compressione dinamica clinicamente efficace, non invasiva degli arti, per il trattamento di molte patologie vascolari e linfatiche, inclusa l'ulcerazione venosa, l'edema dipendente, l'edema traumatico e l'insufficienza venosa cronica.

Il suo design flessibile ed ergonomico permette di scegliere la compressione a camera singola o a 3 camere in una varietà di tutori per braccia e gambe azionati da una sola pompa.

La terapia con compressione pneumatica intermittente (CPI) simula il meccanismo fisiologico naturale dell'azione pompante dei muscoli per riportare il liquido nei sistemi vascolare e linfatico. La CPI è sicura, non invasiva, semplice da usare e le prove cliniche sostengono l'idea che la terapia Flowtron sia ben tollerata e con poche complicanze riconosciute (1).

Le prove a disposizione suggeriscono che i potenziali vantaggi della compressione pneumatica intermittente (CPI) comprendano la sua natura non invasiva.

1. Kumar S, Samraj K, Nirujogi V, Budnik J and Walker M (2002) Intermittent pneumatic compression as an adjuvant therapy in venous ulcer disease. Journal of Tissue Viability 12 (2):42-50.

2. Rowland J (2000) Intermittent pump versus compression bandages in the treatment of venous leg ulcers. Aust / NZ Journal of Surgery (70): 110-113.